sabato 27 maggio 2017

Diego Bramato - bAr_ton Chair, A corretto 27/5 h 9:24


resta un mistero (non c'è documentazione di alcun tipo: fotografica, o altro) su come lei sia riuscito ad ottenere tale curvatura o bombatura (laterale & complessiva), ancora non identificata nemmeno in una sezione in cui appaia la sedia di partenza (tralascio commenti su ciò che forse è uno schema che lei si limita a denominare "6. Disegni", ma certo non sono un prospetto nemmeno veritiero sulla dimensione delle bolle, al quale almeno va indicato a che scala sia e, ovviamente a seconda del rapporto scalare emergono elementi!). CMQ sta procedendo nella realizzazione quindi per favore evitiamo la presa in giro. 
Esiste sì una strana invenzione: non è un prospetto laterale, non è una foto: è non so quale modo di procedere su un progetto, lei si limita a nominarla "Foto 4" ma foto - solo - non è e certo non è la tutt-altezza che non fosse evidente bensì il come. il Format non richiede nulla di fasullo, quindi perché farlo? cp
6. Disegni 
Immagine 1 - Prospetto frontale e laterale dx

5. Fasi di trasformazione:
Sagomatura con cartone ondulato sul telaio. L'altezza della seduta e totale restano le medesime, cambiano larghezza e profondità (immagine 1). Cresce anche l'altezza dei braccioli di 25 cm rispetto al telaio (foto 5).   
Foto 1 
Foto 2
Foto 3
Foto 4
dunque: apprezzabilissimo risultato ma documentazione fotografica e o disegni mancanti: ergo come è stata trasformata, ci sono alcune altezze modificate grazie a cosa? non abbiamo né disegni di progetto, né foto della realizzazione. cp 

procediamo per stadi. la trasformazione della sedia con la forma ottenuta in cartone è molto piacevole. le "bolle" alla Nelson (divano Marshmallow) anche... non è ancora definito e quindi ancora non lo è: come le elaborazioni cromatiche si applichino, né i materiali, lei scrive: "non sono inserite le corde annodate" quel che va definito è DOVE e, aggiungo a questo punto anche SE. però c'è un reale progresso. la lascio Autore. cp
Salve professoressa,
di seguito aggiornamento sulle fasi di sperimentazione sulla poltroncina di recupero e alcuni fotomontaggi di mie suggestioni, spero graditi.
La tipologia di riferimento resta la vermelha, ovviamente in questa fase di sperimentazione sagome con cartone ondulato non sono inserite le corde annodate, da abbinare alle altre superfici con elaborazioni.
4. Fotomontaggi
Interni Spiegelkantine - Verner Panton (1969)
Interni Visiona 1 - Joe Colombo (1969)
3. Rivestimento con cartone ondulato
Vista prospettica

Vista frontale

Vista laterale dx

Vista retro



2. Telaio
Vista prospettica


Vista frontale 

Vista laterale dx

Vista retro
1. Ritrovamento poltroncina da bar


Vista prospettica

Vista frontale


Vista laterale dx


Vista retro

corretto 15/5 h 15:35 - ora siamo al 20/5. cos'è cambiato? nì.
Lezione del 18/5 e post Lezione (di altro docente). "abbiamo tanti esami/scadenze". okkey, registro questo aggiornamento, che aggiornamento effettivo, cioè avanzamento non è, ma... bla bla. cp

Salve Diego, quindi avremmo "l'idea è di invertire la texture Vermelha delle corde annodate spostandola sulle gambe" delle gambe pelose "corde annodate spostandola sulle gambe"? 
umhhh, non mi piace (= mi convince poco = non in sintonia / aderente/ conseguente tipologia scelta che prevede una totale matassa sulla sedia), vediamo il resto:
"Nello schizzo 5, variante "carenata", il telaio della sedia di recupero verrà inglobato all'interno di un "guscio" rigido morfologicamente similare alla Vermelha." per me queste dichiarazioni verbali non significano niente.
poi parole anche intriganti tipo: "Sulla spalliera verranno posizionati n.6 cuscini circolari che riprendono il tema "ball" delle elaborazioni" mai è stato identificata la tipologia BALL, cmq una prova sulla sedia alla fine di tante frasi e vaghi schizzi non sarebbe male per dimostrare che si sta sperimentando, cosa che credo ancora da formulare (la sperimentazione intendo). cp

Salve prof.ssa, come da lei indicato, ho provato a studiare il modo di far "convivere" le differenti elaborazioni con la tipologia proposta. Nella specifico, l'idea è di invertire la texture Vermelha delle corde annodate spostandola sulle gambe, lasciando quindi le superfici della poltrona libere per ospitare le varie elaborazioni (foto_3, foto_4, foto_5) come mostrato nei successivi schizzi:


Nello schizzo 5, variante "carenata", il telaio della sedia di recupero verrà inglobato all'interno di un "guscio" rigido morfologicamente similare alla Vermelha. Sulla spalliera verranno posizionati n.6 cuscini circolari che riprendono il tema "ball" delle elaborazioni.


Nello schizzo 6, una variante a "fil di ferro", con varie ipotesi cromatiche e di rivestimento/convivenza tra corde annodate su superfici circolari e le varie immagini elaborate.

???
.   .   .

???

_ le sue 4 eleborazioni di Liz, già commentate, si prestano a molte applicazioni  una volta scelta la tipologia della sedia idonea, e che, ovviamente, non le tramuti (anzi 1, le altre non le tratta più? nel secchio? oppure idem come questa?) in sedile! lei ha i mezzi, le capacità, la maturità e la sensibilità per arrivare ad un prodotto valido, trovi il modo: non è questo. La sua variante della tipologia Vermelha può sì diventare una sorta di golfino, anche le varianti di colore con lo zafferano che s'intonano all'acqua marina... sono molto belli, ma ci perdiamo le 4 variazioni Liz, ce le perdiamo proprio e sono almeno le prime 2 troppo valide ed io non intendo perderle. se ha qualcos'altro da caricare, mi scriva e le mando l'invito (con proroga ovviamente oltre le 10:30 di oggi). 
Aggiungo che ci sono allievi che pagherebbero per avere la sua mano, eppure c'è il caso di Jonathan, dove sono evidenti problemi/risorse/difficoltà, eppure c'è un dettaglio, una parte nei suoi piccoli schizzi che è più avanti, che è già parte del prototipo: si vede, è lì e funziona - è già visibile come la poltrona potrebbe diventare. Lei invece ha una base (le sue Liz) stratosfericamente oltre alcuni vagiti, ma ferme al loro quadrato, e so che lo sa. è impossibile che non ne sia consapevole. cp  

Salve prof.ssa,

scusandomi per aver dimenticato di citare i riferimenti dei testi di studio, mi dispiace che il lavoro proposto sia passato come un voler "prenderci in giro". Mi permetta di dire che non è mia abitudine approcciarmi ai progetti in altra maniera che non sia seria e di reciproco rispetto e confronto.
I testi studiati sono serviti per individuare e adottare modalità di rappresentazione più idonee per un progetto di design, come da lei consigliato e mostrato a lezione in alcuni esempi. Nella fattispecie, nello schizzo del rapporto con la persona, lo studio di ergonomia (gli omini) è stato studiato, non incollato ma ridisegnato, adattato e acquerellato da me (posso fornire i disegni originali).
Premesso ciò, per quel che concerne la tipologia, evidentemente avrò mal interpretato...credevo fosse stata approvata quella proposta (contenuta e ritagliata da quelle di riferimento), cioè la Hurumaki Chair dei f.lli Campana e che il problema risiedesse principalmente nella differenza strutturale con quella da recupero (una con braccioli, l'altra senza).
In merito al motivo immagine elaborato da adottare, nello schizzo 2 è stata provata un'applicazione del motivo a "pois fondo bianco", scelto tra quelli precedentemente approvati per maggiore affinità cromatica con i pellami riciclati recuperati.
Detto questo, vorrei proporre delle variazioni adottando come tipologia di riferimento la Vermelha Chair e come motivo di riferimento la foto_4, come esplicitato qui di seguito:


Tipologia di Riferimento : Vermelha Chair, f.lli Campana per EDRA
Motivo immagine: Elaborazione con scomposizione a pois (foto_4)

Nello schizzo successivo, viene proposta un'ipotesi di composizione della poltroncina, adoperando il telaio di recupero opportunamente adattato ribassando lo schienale e applicando dei sottili montanti metallici su schienale e braccioli per permettere il fissaggio delle corde annodate. Sulla seduta verrà invece applicato un rivestimento imbottito con il suddetto motivo a pois.

Schizzo 4: Viste prospettiche ipotesi elaborazione (modifica telaio + ​rivestimento)
                              .   .   .


____________________________
purtroppo non finisce qui. NEANCHE IL CAPPELLO è SUO! persino i colori! e poiché nemmeno l'elaborazione grafica/fumettistica è sua (ma lei che crede? io insegno da prima che lei nascesse, non lo dimentichi!) e nemmeno cromatica, resto basita; inoltre, attingere da altre fonti, per un allievo è ovvio e fa parte della propria ricerca & documentazione e, volendo, anche stile personale, purché nella pubblicazione su internet se ne citino le fonti e soprattutto si pervenga ad un risultato, invece questi non suoi, semplicemente incollati cos'hanno fornito alla sperimentazione richiesta o avanzamento? sedia è, e sedia resta. ora: se la smettessimo di prenderci in giro, si potrebbe anche arrivare a qualche risultato magari lusinghiero. cp
correzione cp, da: S Coradeschi, Il disegno per il design, Mi 1986, pag 141
correzione cp, da: Sergio Coradeschi, Il disegno per il design, MI, 1986, pag 141
correzione cp, da: Sergio Coradsechi, Il disegno per il design, Mi, 1986, pag 135
                                   
  
 
correzione cp, da: S Coradeschi, Il disegno per il design, Mi 1986, pp 135 e 141

___________________________________________________
ma che bei disegni, ma sono fumetti! qualcuno si siede? ma è fantastico! oh oh che bello!  sarebbero favolosi (intendo come effetto) se applicati all'esercizio! purtroppo - per ora - la definizione della tipologia di riferimento lei si ostina ad ignorarla e ne avevamo anche parlato a voce. quindi certo: do per buono il suo schizzo: confermo: CI SI SIEDE. sì, ok affermativo. superato questo che non è mai stato un ostacolo abbiamo: un suo motivo immagine da adottare, e già super-acclamato e una poltroncina su cui applicarlo: ergo non si è spostato di una virgola... ma il disegnino/fumetto  mooolto carino anche se poco appropriato. cp
Aggiornamento:

Di seguito gli schizzi con studio dimensioni, applicazione elaborazioni, rivestimento.

N.B. Il telaio rappresentato fa riferimento alla sedia recuperata (con braccioli per ora lasciati poiché non interessati dal rivestimento). Saranno eventualmente rimossi nella versione definitiva come mostrato nello schizzo 2, coerentemente alla tipologia di riferimento. 
Schizzo 1. Studio dimensioni/ergonomia 
Schizzo 2. Applicazione elaborazione pois fondo bianco
Schizzo 3. Studio rivestimento/imbottitura 
.   .   .

non si affanni! erano valide e migliori foto_4, 5 piuttosto che le recenti e anche un quasi cieco se ne accorgerebbe! calma. prendiamo la falsissima foto del "recupero" affianchiamola alla tipologia scelta (e già non funziona, una ha i braccioli, l'altra no...) poi SEMPRE con calma giriamo intorno alla vera recuperata e iniziamo a pensare, valutare, fare schizzi su come utilizzare le versioni valide delle Liz & balls. CON CALMA! inoltre quella che lei sceglie non è una poltrona e poco si adatta all'esercizio richiesto. cp
O1. TIPOLOGIA:  
     (foto_1): Poltroncina ortogonale con rivestimento a motivo circolare

02. Soggetto di riferimento (integrazione):
     (immagine_2): Andy Warhol, Liz, 1963

     (immagine_3): Andy Warhol, Silver Liz, 1963

     (immagine_4): motivo decorativo
     ELABORAZIONI:
     (foto_4): Liz b/n + sovrapposizione e scomposizione pois  
     (foto_5): maschera a pois + scomposizione immagine + motivo decorativo
Come le tre precedenti, anche queste due elaborazioni sono di mia produzione. In queste ultime viene mantenuta la maschera di base a pois inserendo i colori reali dei pellami a disposizione e un motivo scelto tra quelli da lei forniti.

.   .   .
riferimento immagine errato. cp
riferimento immagine errato O1. TIPOLOGIA:  
     (foto_1): Poltrona con rivestimento a matassa con materiali di recupero questa immagine non esiste nei materiali base LABORATORIO - freak & pop design . design frikkettone 5: ESERCITAZIONE 2 - materiali base LABORATORIO 17 XI 2016 + AVVISO 9/3/2017 esistono invece queste 2 che allego qui sotto, quindi, mantenersi sul vago scrivendo Poltrona con rivestimento a matassa con materiali di recupero senza usare l'immagine idonea non è corretto.
riferimento immagine valido. cp  
riferimento immagine valido. cp

n.b. se queste 2 immagini non sono sue, va indicato. autore, link, riferimenti, ect

  1. perfetto spunto! soprattutto le foto2,3, ottime elaborazioni su liz/A W e utilizzabili.
  2. buona base/sedia recupero (diversa da quella già commentata in aula)
  3.  ni: "permetterà l'alloggiamento di piccoli cuscini circolari rivestiti con i ritagli di pellame. Su questi verrà disegnata l'immagine elaborata di Liz." vediamo se e come sia possibile su piccoli cuscini ridisegnare l'immagine foto2,3. è questo il presupposto. procediamo. cp


O1. TIPOLOGIA:  
     (foto_1): Poltrona con rivestimento a matassa con materiali di recupero

foto_1

02. Soggetto di riferimento
     (foto_2): Andy Warhol, Liz, 1965

     (foto_3): Elaborazione monocromatica b/n che individua il contorno
     (foto_4): Elaborazione con scomposizione a pois
     (foto_5): Elaborazione con sovrapposizione di pois colorati
foto_2 

foto_3


foto_4





foto_5

03. MATERIALI
     (foto_6): Poltroncina da bar anni '60 con telaio in acciaio
     (foto_7): Campionario di ritagli di pellami colorati recuperati
foto_6
foto_7
Spiegazione: Partendo dal telaio della poltroncina da bar, verrà eliminato il logoro rivestimento in plastica intrecciata e creato un supporto rigido che permetterà l'alloggiamento di piccoli cuscini circolari rivestiti con i ritagli di pellame. Su questi verrà disegnata l'immagine elaborata di Liz.